Posted by Jacopo Lazzari | Innovazione Digitale

La materia è molto complessa, ma di grandissima attualità. Ho pertanto deciso di cominciare a trattarla, ma per gradi, analizzando di cosa si tratti, di come funzioni e completando il tutto con una serie di mie personali opinioni che analizzano a tutto tondo questo argomento, le cose che i Gestori ci dicono e qualche riflessione scaturita da elementi tecnici che per il momento non sono ancora stati resi pubblici o che per il momento non vengono presi in debita considerazione e divulgati. I contenuti non saranno pertanto trattati tutti in questa puntata, ma verranno gestiti anche nei prossimi giorni.

Ormai sempre più si parla di questa tecnologia 5G, paragonandola ad una rivoluzione necessaria ed inevitabile senza la quale la “Società” subirebbe un contraccolpo negativo inimmaginabile.

Prima di addentrarci un po’ più in dettaglio negli aspetti tecnici, va riconosciuto che l’infrastruttura di comunicazione è stata progettata per incrementare la velocità, ridurre la latenza e migliorare la flessibilità dei servizi wireless con una velocità di picco teorica di 20 Gbps, contro la attuale velocità di picco di 4G che è solo 1 Gbps.

L’adozione della Tecnologia 5G promette inoltre una latenza inferiore, il che può migliorare le prestazioni delle applicazioni aziendali, oltre a quelle di altre esperienze digitali (quali online gaming, videoconferenze e sistemi di guida senza conducente), sebbene alla data attuale sia opportuno riportare che sono ancora poche le applicazioni che sono in grado di utilizzare l’effettiva capacità di velocità del trasporto dei pacchetti dati o che siano state ingegnerizzate e sviluppate proprio per ottimizzare nuove soluzioni ed applicazioni.

Quelle in fase di Test sono ancora in una situazione di stato che mi permetterei di definire ibrido, dettato dal fatto che i dispositivi realmente in grado di connettersi ed utilizzare questa modalità sono molto pochi nel mercato reale degli utilizzatori sia per la ancora limitata diffusione delle procedure ed applicazioni funzionanti con questa nuova tecnologia.

Che cos’è la tecnologia 5G?

Risulta pertanto d’obbligo sebbene ancora in modo non troppo esagerato, cominciare a comprendere cosa sia questa nuova tecnologia.

In sostanza le generazioni precedenti di tecnologia cellulare (quali ad esempio il 4G o LTE) si concentravano sulla garanzia della qualità e continuità della connettività, 5G porta questa ad un livello superiore, concentrandosi soprattutto verso la fornitura di esperienze di connessione diverse quali sfruttamento migliore della connessione al cloud ed alla interoperabilità tramite applicazioni ad esempio con i clienti.

Le reti 5G sono pertanto basate su di un principio sistemistico orientato a processi di virtualizzazione e basate sul software, sfruttando dove possibile sempre più le tecnologie cloud.

Di certo per una serie di scelte tecniche ad esempio la rete 5G dovrebbe semplificare il lavoro in mobilità, con funzionalità ottimali di open roaming tra l’accesso via cellulare e tramite Hot Spot Wi-Fi.

Gli utenti mobili potranno rimanere connessi alla applicazione che stanno utilizzando mentre si spostano dalle connessioni wireless geografiche a quelle delle reti wireless all’interno degli edifici, senza che occorra il loro intervento o la necessità di eseguire nuovamente un processo di autenticazione. 

Il nuovo standard wireless Wi-Fi 6 (noto anche come 802.11ax) condivide alcuni tratti con 5G, tra cui le prestazioni migliorate.

Gli Access Point radio Wi-Fi 6 possono essere posizionati dove occorrono agli utenti in modo da fornire una copertura geografica migliore con una resa migliore ed un costo più basso.

Chiaramente anche per queste reti Wi-Fi 6 si sono adottati software più evoluti che permettono operando sulla rete un automazione avanzata.

La tecnologia 5G si pone l’obiettivo di migliorare la connettività in molte aree geografiche oggi poco o male servite, magari in zone rurali,  nelle città in cui la domanda può superare le capacità odierna della tecnologia 4G o dove la posa di connettività terrestre potrebbe essere giudicata dagli operatori un investimento eccessivo rispetto alle aspettative dei tempi di ritorno per densità di potenziali utenti ed utilizzatori.

  • Luglio 2024
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031